MOSTRA Pinocchio e la Fatina – Antica Tonnara di Pizzo di Calabria (VV) 20-22 dicembre 2014

L’Artista Rosario Tortorella partecipa all’evento

MOSTRA

Pinocchio

e

la Fatina

Direttore Artistico Caterina RIZZO

Organizzazione di

ART CONTEST

CON IL PATROCINIO DELLA FONDAZIONE NAZIONALE CARLO COLLODI

dal 20 al 22 dicembre 2014

PIZZO DI CALABRIA (Vibo Valentia)

Antica Tonnara

Apertura mostra dalle ore 10:30 alle ore 12:30 e dalle ore 16.30 alle ore 19:30

L’ARTE DIVENTA UNA FAVOLA DA RACCONTARE PER SEMPRE

La MOSTRA PINOCCHIO E LA FATINA HA IL PATROCINIO DELLA FONDAZIONE NAZIONALE CARLO COLLODI che dal 1962 diffonde in Italia e nel Mondo il mito di Pinocchio. Oggi la Fondazione Collodi possiede e gestisce il Parco di Pinocchio, gestisce attraverso la Sviluppo Turistico Collodi srl lo Storico Giardino Garzoni e la Collodi Butterfly House curandovi direttamente attività didattiche e culturali, ha acquistato e restaurato Villa Arcangeli a Collodi per farne la propria sede e conservarvi la Biblioteca Collodiana DOVE TROVERA’ POSTO IL CATALOGO D’ARTE della MOSTRA PINOCCHIO E LA FATINA, curato dal Critico d’arte Alessandro Costanza e sarà arricchito da un racconto dedicato a Pinocchio e la Fatina, esclusivo e inedito, scritto dalla favolosa e intrepida penna di Caterina Tagliani Martorana, poetessa e scrittrice.

L’oper IL CATALOGO D’ARTE MOSTRA PINOCCHIO E LA FATINA DI ART CONTEST UPSTREAM ALLA BIBLIOTECA COLLODIANA.
La Biblioteca Collodiana è la raccolta catalogata più ampiadi documenti (oltre 6000 solo i libri) collegati alla vita e all’opera di Carlo Collodi.
Dagli anni ’50, vi vengono raccolte edizioni italiane e straniere delle opere di Carlo Lorenzini, giornali e riviste che diresse o a cui collaborò, i saggi critici italiani e stranieri sull’autore e sul contesto storico-sociale e culturale in cui è vissuto ed ha lavorato. Inoltre, una sezione è dedicata agli eroi della letteratura per ragazzi che come Pinocchio si sono diffusi tra molte culture e sono ormai un patrimonio trasversale e condiviso, e alla saggistica sulla letteratura per l’infanzia e l’illustrazione.

La Biblioteca Collodiana è una biblioteca di conservazione. Data la rarità e la fragilità di gran parte dei suoi materiali, non sono ammessi la visione, la riproduzione o il prestito. Per documentati motivi di studio, laureandi, ricercatori e docenti possono fare richiesta di consultazione (clicca qui per il regolamento).
L’informatica applicata alla catalogazione, le tecniche di digitalizzazione, l’Internet a banda larga vengono in aiuto, dal momento che la Fondazione Collodi desidera comunque far conoscere ed apprezzare a più persone possibile il materiale che è stato raccolto in questa biblioteca fin dagli anni ’50, con un grande sforzo di ricerca ed economico, specialmente per quanto riguarda l’antiquariato.

IL CATALOGO DELLA MOSTRA PINOCCHIO E LA FATINA potra’ essere acquistato on line nei circuiti editoriali; AMAZON, MONDADORI e LA FELTRINELLI

a dell’Artista Rosario Tortorella che sarà esposta è :

“Pinocchio, la fata, il pescecane e il tonno”

– 2014 – olio su tela – cm 80 x 60

Cristina Madini – Esperto d’Arte, pittrice e Direttrice della Galleria d’Arte contemporanea RossoCinabro di Roma ha scritto:

“Le opere presenti in mostra, obbligano il visitatore ad entrare nella trama del dettato pittorico, a forare la superficie e scendere nelle atmosfere pervase da tensioni emotive. Atmosfere surreali e oniriche, caratterizzate da cromatismi vibranti, raccontano uno stato di sospensione. Questi lavori sono costruiti sulla dialettica dei contrasti, paradiso e inferno, uomo e natura, eros e thanatos, nell’alternarsi di colori forti, stesi con pennellate asciutte e scabre. Sono rappresentazioni dove il confine fra reale e immaginario é estremamente labile e dove la nettezza segnica si addolcisce soprattutto là dove segue i profili di alcune trasparenze, o quando delinea la forma delle nuvole e le increspature del mare. Evocando atmosfere di solitaria contemplazione, queste narrazioni visive immergono l’osservatore in un altrove parallelo, ideale rifugio per ripiegarsi in una quieta introspezione. Il montaliano male di vivere ha intaccato alla radice la bellezza. Ecco perché, con indomita urgenza, Tortorella continua a spingersi oltre quel versante dove la pittura soppesa una certa umana irrequietezza.” (2012).

Le opere di Rosario Tortorella possono essere visionate sul sito web:www.rosariotortorella.com Contatto: info@rosariotortorella.com