2011 – Prof.ssa Rossana Rossomando

La liricità dell’Essere nell’opera pittorica di Rosario Tortorella.

La soavità di un fulgido sentimento lirico pervade l’originalissima opera pittorica di Rosario Tortorella, maestro dell’arte grafica e creatore di uno stile pregnante e voluttuoso, unico nella sua meravigliosa fluidità.

Autore forte di tempra e versatile di cuore Tortorella è un artista generoso di forme e di colore, concreto e saldo nella sua espressività non priva di un elevato anelito lirico che ne caratterizza tutta l’opera.

Ciascun lavoro costituisce un “unicum”, il tratteggio di un pensiero filosoficamente consolidato da una simbologia essenzialmente umana, mentre I’eticità traspare da corpi e colori ben delineati, densi e corposi nella loro trasparente verità.

La perfezione della figura umana, soprattutto femminile, fa parte di uno studio attento ed accurato frutto di una volontà univoca e propositiva.

Cultore del bello, Tortorella è creatore di immagini luminescenti in cui sogno e realtà si mescolano per far capo ad una immaginazione che dà pieno riscontro a pensieri e sentimenti. La natura e l’acqua, l’astratto ed il concreto, il sogno e la realtà si uniscono magicamente nella realizzazione di elaborati stupefacenti in cui tenui atmosfere rispondono a tecniche operative altamente qualificate dalla sensibilità dell’artista. La luce e l’ombra pervadono atmosfere d’intima e soffusa luce che s’interseca con la figura umana creando scenari tipici di un sovramondo in cui spazio e tempo sconfinano in orizzonti infiniti. Tutto ciò da luogo a molteplici interpretazioni che richiamano l’immensità del Creato e del Dio Creatore, nella immaginifica concezione-creazione di un’altra dimensione in cui tutto avviene secondo il volere del Padre Celeste, ispiratore del misericordioso bene che circonda ogni aspetto dell’umano.

E nell’opera di Tortorella l’umano traspare dal vero e dal vivo, da tutte quelle cose e persone che egli rappresenta con vera maestria, con l’arte di chi platonicamente dipinge ciò che sente, quel “quid” che armoniosamente si mescola al pensiero ed al sentimento. Da ciò deriva l’ineffabile mistero che pervade l’esistenza umana, la ricerca dell’Essere in tutte le cose che Tortorella magicamente scolpisce in figure che dal dipinto si materializzano in forma autentica e tangibile.

L’ampia sensibilità coloristica fa del Maestro Tortorella un inimitabile creatore di panorami e spazi estremamente realistici e concreti. L’acqua, la luce, l’infinito sono elementi veritieri di dipinti dì incantevole magia in cui il pensiero si perde nell’estrema lucidità di un’estatica contemplazione.

In tutto ciò il Maestro pone in luce la sua estrema sensibilità di dispensatore di immagini fluide e rasserenanti in cui la speranza lascia il posto alla fede in una verità inconoscibile. Il limite etereo tra finito ed infinito si spande in un impeto di coscienza che dà forma al colore e alla luce che emerge prorompente da ogni angolo della tela. L’armonia tra i soggetti e le forme, tra il concreto e l’astratto, si manifesta nella solarità dei volti e delle figure da cui emerge uno studio attento e perspicace dell’impareggiabile artista.

Le immagini giocano in infinite trasparenze che rendono appieno il senso di una realtà concreta e rituale dove il confine tra il sogno e l’immaginazione diviene un irnpercettibile sentimento del vero.

La figura umana, armoniosa nelle forme si delinea nei puri spazi di atmosfere ora nitide ora oscure ma pur sempre pregnanti di quella forza coloristica che fortifica l’immagine e il tempo. Il senso dell’infinito pervade ogni quadro che Tortorella dipinge con l’incanto-veemenza dell’Artista che segue la mente e il cuore. Le immagini pregnanti stupiscono l’osservatore che da esse trae le veritiere introspezioni dello spirito. Sicuramente efficace nella sua multilateralità creativa, Tortorella è e rimane artista di ampio spessore critico, creatore ed esecutore di arte viva ed originalissima volta a successi certamente irripetibili, fiori all’occhiello per la nostra terra……

Reggio Calabria, 23 luglio 2011

Prof.ssa Rossana Rossomando

(Poetessa, giornalista, Critico letterario e dell’Arte)